Get Adobe Flash player

 

Freni a ceppi tipo NC a norme DIN 15435

     
 

Applicazioni:

Impianti di sollevamento come gru a ponte, gru a cavalletto, gru per acciaieria, scaricatori portuali, nastri trasportatori, etc.

     

   

 

 

 Caratteristiche tecniche      Freno NC con cilindro pneumatico
 

Materiali

Basamento e bracci in ghisa sferoidale. Leve in acciaio St52-3 tagliate al laser. Protezione superficiale con primer epossidico e colore finale grigio RAL 7031. Ceppi in lega leggera con guarnizioni prive di amianto, incollate. Ceppi mantenuti in posizione da 4 molle antiricaduta in acciaio armonico. Tirante e perni, abbondan­temente dimensionati, in acciaio C40 fosfatato al manganese o zincato, operanti in bronzine sinterizzate autolubrificanti.

Optional

DRAG. Dispositivo Recupero Automatico Giochi. Provvede in maniera autonoma a ristabilire la giusta distanza dei ceppi dalla superficie della puleggia, man mano che le guarnizioni su usurano.

Molla di frenatura esterna regolabile. Consigliabile nelle traslazioni senza controllo inverter.

Fine corsa “FRENO APERTO”   E’ fissato sulla sommità del servofreno o sul tubo porta-molla e può essere sia elettromeccanico che induttivo. E’ dotato di un contatto in apertura e di uno in chiusura per segnalare che il freno è interamente aperto.

Fine corsa “GUARNIZIONI USURATE” E’ fissato sul braccio del freno e può essere sia elettromeccanico che induttivo. E’ dotato di un contatto in apertura e di uno in chiusura per segnalare che le guarnizioni sono usurate e necessitano di sostituzione.

Leva di sblocco manuale   Permette la rimozione della puleggia o la sostituzione dei ceppi senza   dover variare la tensione della molla. Grazie ad una leva di opportuna lunghezza ed ad una sagoma di forma ellittica, il freno può essere facilmente aperto con minimo sforzo fisico e lasciato in questa posizione.

Ceppi a larghezza maggiorata  Presentano la fascia frenante del 50% più larga che nella versione standard. Vengono principalmente usati sulle traslazioni di gru, ove è richiesta una grande capacità di dissipazione termica.

Servofreno con valvola di discesa   Il tempo di discesa e/o di salita del pistone può essere variato per mezzo di apposita valvola, regolabile dall’esterno.

Servofreni in esecuzione HR La versione HR “Heat Resistant” è utilizzata in ambienti molto caldi, come ad esempio gru di colata, dove la temperatura può raggiungere 100° per qualche minuto.

     

 

Freni a ceppi tipo St a norme DIN 15435

   

Caratteristiche costruttive

Design compatto e robusto
Facile istallazione e  manutenzione
Guarnizioni prive d’amianto incollate a ceppi facilmente sostituibili
Perni in acciaio inox abbondantemente dimensionati, operanti in bronzine autolubrificanti
Struttura interamente zincata
Meccanismo di recupero automatico giochi di serie
Per tensione trifase 220/380 V, 50 Hz

 

   

 

Caratteristiche tecniche

 

 
Serie Sth

Serie Sth con azionamento pneumatico

     
 

Materiali

Struttura robusta in acciaio saldato protetta da zincatura, primer epossidico e colore finale RAL 7031. Ceppi in lega leggera. Tirante e perni, abbondantemente dimensionati, in acciaio inox, operanti in bronzine sinterizzate autolubrificanti a stretta tolleranza.

 

Optional

Fine corsa “FRENO APERTO”   E’ fissato al tubo porta-molla e può essere sia elettromeccanico che induttivo. E’ dotato di un contatto in apertura e di uno in chiusura per segnalare che il freno è interamente aperto.

Fine corsa “GUARNIZIONI USURATE” E’ fissato sul tirante del freno e può essere sia elettromeccanico che induttivo. E’ dotato di un contatto in apertura e di uno in chiusura per segnalare che le guarnizioni sono usurate e necessitano di sostituzione.

Apertura simmetrica   Con questo accessorio i ceppi si discosteranno sempre di egual misura dalla puleggia e non sarà più necessaria la periodica regolazione dell’apertura dei bracci.

Leva di sblocco manuale   Permette la rimozione della puleggia o la sostituzione dei ceppi senza   dover variare la tensione della molla. Grazie ad una leva di opportuna lunghezza ed ad una sagoma di forma ellittica, il freno può essere facilmente aperto con minimo sforzo fisico e lasciato in questa posizione.

Ceppi a larghezza maggiorata  Presentano la fascia frenante del 50% più larga che nella versione standard. Vengono principalmente usati sulle traslazioni di gru, ove è richiesta una grande capacità di dissipazione termica.

Servofreno con valvola di discesa   Il tempo di discesa e/o di salita del pistone può essere variato per mezzo di apposita valvola, agibile dall’esterno.

Servofreni in esecuzione HR La versione HR “Heat Resistant” è utilizzata in ambienti molto caldi, come ad esempio gru di colata, dove la temperatura può raggiungere 100° per qualche minuto.

   

 

 Apparecchi elettroidraulici ELCO

   

Generalità:

L'apparecchio elettroidraulico ELCO riunisce in una unica unità costruttiva tutti gli elementi di un impianto idraulico: motore, pompa idraulica, cilindro e pistone. E' in grado pertanto di produrre verso l'esterno una certa forza idraulica per una certa corsa

 

   

 

   
 

Funzionamento

 La ventola ad alette radiali, calettata sull'albero del motore, girando spinge l'olio dal centro verso l'esterno, come una centrifuga. L'olio in pressione è inviato sotto il pistone e lo spinge verso l'alto, facendogli compiere l'intera corsa fino alla battuta d'arresto. L'olio che si trova al di sopra del pistone viene sospinto nei canali di ritorno - tra cilindro e mantello esterno - ed arriva sotto la ventola, rientrando così in circolazione. Finché il motore gira viene mantenuta la pressione sotto il pistone. Appena si spegne il motore la pressione cessa ed il pistone compie la corsa di ritorno sotto l'effetto di un carico esterno o di una molla interna. Lo sforzo del motore non dipende dal carico esterno da sollevare e pertanto la corrente assorbita non varia neanche quando il pistone è a fine corsa. Se il carico esterno è superiore alle possibilità dell'apparecchio, il pistone si alzerà lentamente - o non si alzerà affatto - ma non per questo il motore sarà sovraccaricato.

Il carico che grava sull'apparecchio influisce invece sulla rapidità del movimento. A carichi maggiori corrispondono tempi più lunghi in salita e tempi più brevi in discesa. I diagrammi corsa-tempo sono riferiti al carico nominale.

 

Applicazioni

Vengono usati principalmente come servofreni per operare freni a ceppi e freni a disco. Trovano anche impiego in qualsiasi applicazione ove è richiesto uno spostamento lineare.

   

 

Dati Tecnici

Th1 - Th2 - Th3

Th3.75

Th4

Th4/12

Th5 - Th6

Th5/12 - Th6/12

 

Freni a disco tipo ODB

     

Applicazioni:

Gru per servizio pesante, gru per container, nastri trasportatori,scavatori a ruota, etc.

 

     

 

Caratteristiche tecniche
   

         ODB doppio


 
        ODB0

       
 

Materiali

Basamento in ghisa sferoidale per ODB1 e ODB2. Bracci e leve in acciaio St52-3 tagliato al laser. Perni e tirante in acciaio inox in bronzine sinterizzate autolubrificanti. Protezione superficiale mediante zincatura, primer epossidico e vernice finale di colore grigio RAL 7031. Placchette facilmente smontabili rivestite con materiale d'attrito privo di amianto. Coppia frenante regolabile e leggibile in percentuale su apposita scala graduata. Un apposito dispositivo provvede all’apertura simmetrica dei 2 bracci.

 

 

Optional

DRAG. Dispositivo Recupero Automatico Giochi. Provvede in maniera autonoma a ristabilire la giusta distanza delle placchette dalla superficie del disco, man mano che le guarnizioni su usurano.

Fine corsa “FRENO APERTO”   E’ fissato sulla sommità del servofreno o sul tubo porta-molla e può essere sia elettromeccanico che induttivo. E’ dotato di un contatto in apertura e di uno in chiusura per segnalare che il freno è interamente aperto.

Fine corsa “GUARNIZIONI USURATE” E’ fissato sul braccio del freno e può essere sia elettromeccanico che induttivo. E’ dotato di un contatto in apertura e di uno in chiusura per segnalare che le guarnizioni sono usurate e necessitano di sostituzione.

Leva di sblocco manuale   Permette la rimozione del disco o la sostituzione delle placchette senza   dover variare la tensione della molla. Grazie ad una leva di opportuna lunghezza ed ad una sagoma di forma ellittica, il freno può essere facilmente aperto con minimo sforzo fisico e lasciato in questa posizione.

Guarnizioni d’attrito in bronzo sinterizzato. Per applicazioni con alte temperature ambientali od elevata velocità di strisciamento

Servofreno con valvola di discesa   Il tempo di discesa e/o di salita del pistone può essere variato per mezzo di apposita valvola, regolabile dall’esterno.

Servofreni in esecuzione HR La versione HR “Heat Resistant” è utilizzata in ambienti molto caldi, come ad esempio gru di colata, dove la temperatura può raggiungere 100° per qualche minuto.

Disco con mozzo e giunto elastico

     

 

Pulegge per freni a ceppi tipo SG

   

 

Sono costituite dalla fascia-freno e dal semigiunto a pioli elastici. Tutti i semigiunti e le fasce-freno fino alla grandezza Ø315 sono normalmente in ghisa meccanica G25. Le fasce-freno dalla grandezza Ø400 in su sono in ghisa sferoidale.

 

 

Sono disponibili in 3 versioni:

Tipo DIN  a norme DIN 15431  -  Dati tecnici
Tipo ML  con mozzo fascia-freno allungato  -  Dati tecnici
Tipo L  con fascia freno più larga (1,5 volte la grandezza standard)  -  Dati tecnici

 

   

 

   
 

Giunti a pioli elastici tipo EL

Servono soltanto per trasmettere il moto e non possono essere usati per frenare.

 

Dati tecnici